Verinlegno è più green con il CNR

Verinlegno è più green con il CNR

02/07/2014

L'attenzione alle tematiche ecologiche, alla qualità  dei processi produttivi e dei prodotti ha convinto Verinlegno a siglare un accordo con l'Istituto di Chimica Biomolecolare del Consiglio Nazionale delle Ricerche di Sassari, diretto dal Professor Mauro Marchetti. Un incontro in parte casuale e fortunato, determinato dalla volontà  di muoversi sul grande mercato cinese, si presenta denso di possibili sviluppi. Volge a conclusione proprio in questi giorni il primo contratto di collaborazione dell'azienda di Massa e Cozzile con il prestigioso istituto di ricerca. Il rapporto con il CNR ha prodotto in solo sei mesi risultati pratici, immediatamente tangibili. E' fortemente migliorata la capacità  dell'azienda di valutare i materiali di base (resine, solventi, additivi) ed è maturata la consapevolezza sulla qualità  dei prodotti vernicianti in uscita dall'azienda. Nuove opportunità  rese possibili a partire dall'acquisto degli strumenti necessari ai controlli e dalla loro corretta taratura. Il passaggio dalla fiducia totale nei fornitori ad un'analisi consapevole dei materiali da loro offerti cambia e migliora la natura del rapporto con i fornitori.
La vocazione alla ricerca e allo sviluppo testimoniata dalla forte struttura del laboratorio di R&D interno e l'attenzione alle tematiche ecologiche porta ora allo sviluppo del rapporto con il CNR nell'ambito della ricerca su biocidi, sostanze attive capaci di impedire l'aggressione da parte di insetti, muffe e microorganismi in genere. Le normative europee e internazionali tendono costantemente a limitarne l'uso. La ricerca di prodotti innovativi, di materie prime sostenibili, di processi a bassa emissione di VOC (composti organici volatili) sono nel dna dell'azienda. Ecco perchè altri versanti, oggetto di collaborazione, saranno il green e le nanoparticelle.
Da sempre Verinlegno è stata capace di fornire ai propri clienti soluzioni speciali, vernici ed effetti che altri produttori, magari più grandi, non erano in grado di offrire. Adesso la ricerca esperienziale, frutto dell'alta creatività  del laboratorio interno; della volontà  quotidiana di risolvere situazioni problematiche proposte dai propri clienti, trova una sponda importante nel CNR. La ricerca si avvia ad essere strutturata e strategica, finalizzata a trovare soluzioni ai più spinosi problemi che si verificano con i supporti verniciati. E' un po' come dire che l'eccellenza originaria dell'azienda diventa eccellenza al quadrato, grazie al ruolo ricoperto dall'Istituto di chimica del Professor Marchetti. Sarà  fondamentale in questo contesto la possibilità  di accesso ai finanziamenti europei del programma "Horizon 2020" promosso dalla Commissione Europea e finalizzato al sostegno alla ricerca per le pmi.
Intanto, come è stato segnalato nell'ambito del 2° formulation day, svoltosi a Milano, in Federchimica, lo scorso 19 Maggio, l'esempio di Verinlegno sarà seguito da un pool di di 15 aziende dell'ambito chimico, che fino a ieri ritenevano praticamente impossibile stabilire rapporti proficui con la ricerca più evoluta disponibile in Italia e di valore mondiale. Finalmente, come ha commentato il Professor Mauro Marchetti nel corso dell'incontro, inizia a rompersi il velo che ha, di fatto, impedito alle pmi di eccellenza di formulare domande pratiche e specifiche a soggetti come il CNR che pure ha, nel proprio statuto la missione di aiutare le aziende a rispondere in maniera sempre più appropriata a richieste di mercato e normative nazionali e internazionali sempre più stringenti.
"Da sempre -ha detto Marco Rossi del laboratorio analisi di Verinlegno, nel corso del formulation day- la filosofia di Verinlegno è la ricerca. Fino ad ora è stata soprattutto interna. Adesso entriamo in una fase di rapporti esterni che ci arricchiscono della loro conoscenza teorica per migliorare i nostri prodotti e far crescere la nostra competitività  sui mercati. Stiamo per mettere a punto metodi di analisi su materie prime per le quali non esistono ancora, di fatto, normative. Stiamo attivando analisi ancora più mirate per andare ad individuare quali sono le caratteristiche chimiche che interagiscono nelle nostre formulazioni, per stabilire quali siano quelle resine, o quei solventi che possono ottimizzare i nostri risultati. Anche un solo additivo più aiutarci nella nostra sfida. Riteniamo che sia fondamentale, in questa direzione un approccio capace di mixare scienza, conoscenza teorica e pratica quotidiana. Il rapporto con il CNR ha portato in azienda una ventata nuova, un fervore del quale siamo tutti consapevoli che ci aiuterà ancora a migliorare nel segno della qualità  dei prodotti, della salute e della sicurezza dell'uomo"

Link Utile

https://www.facebook.com/pages/Verinlegno-Spa/261570537308310

Condividi